Inizia venerdì 16 dicembre alle ore 16.00 il week end di formazione dedicato ai futuri educatori del progetto “Treno della Memoria”.

Un appuntamento annuale all’interno del quale i volontari dell’associazione “Tdf-Mediterranea” potranno confrontarsi con docenti universitari ed esponenti del mondo dell’associazionismo al fine di provare a costruire, con l’entusiasmo tipico delle giovani generazioni, un percorso condiviso che permetta all’iniziativa, promossa dalle associazioni “Treno della Memoria” e “Tdf-Mediterranea”, di assumere, ogni anno, connotati differenti e sempre maggiormente aderenti agli sviluppi del contesto sociale in cui i giovani sono chiamate ad operare.

Il percorso prenderà avvio venerdì alle ore 16.00 con una lezione sui “Totalitarismi in Europa” tenuta dal Dott. Antonio Bonatesta, ricercatore di “Storia Contemporanea” presso l’Università del Salento, e proseguirà nel tardo pomeriggio con un laboratorio tenuto dall’associazione “LeA-Liberamente e Apertamente”.

Nella mattinata successiva, invece, i giovani volontari dell’associazione pugliese saranno impegnati in una serie di attività laboratoriali tese a co-progettare alcune delle attività che impegneranno gli oltre 950 partecipanti aderenti all’undicesima edizione pugliese dell’iniziativa.

Il week-end di formazione si concluderà, infine, con una lezione tenuta dal prof. Attilio Pisanò, docente di “Filosofia del Diritto” presso la facoltà di Scienze politiche dell’Università del Salento, su “Le conseguenze della Shoah nel mondo del diritto. Analisi del processo di Norimberga”

Le attività, che si terranno presso le Officine Culturali Ergot a Lecce, mirano a costruire un squadra di volontari che sappia contribuire ad un progetto che, ormai da undici anni, si presenta come uno degli appuntamenti maggiormente attesi dagli istituti scolastici della regione Puglia.

Al via il percorso di formazione degli educatori del “Treno della Memoria”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *